Tenuta di Spicchio

Immersa nel pittoresco scenario delle colline del Montalbano, tra piante secolari di ulivo, agrumi e vigneti, si trova la Tenuta di Spicchio, antica residenza di campagna della famiglia pistoiese dei Rospigliosi fin dal primo medioevo e oggi vero e proprio monumento dell'architettura toscana.
Parte di un complesso che comprende anche la Villa seicentesca del Bernini, la Fattoria e la vecchia Villa patronale dominano una tenuta che si snoda per circa 5 ettari, partendo dall'antico Borgo di Spicchio e scendendo giù dolcemente fino all'abitato di Lamporecchio, paese per il quale rappresenta un punto di riferimento storico, architettonico ed urbanistico.

Dopo aver conosciuto un periodo di oblio, la proprietà è stata rilevata nel 1994 dall'imprenditore locale Gettulio Cenci che, animato dal desiderio di ridare all'intero borgo il suo antico splendore, ha fondato la Tenuta di Spicchio S.p.A., che ha da subito iniziato i lunghi e sapienti lavori di recupero.
L'obiettivo finale di questa ristrutturazione è quello di dar vita ad un progetto a sfondo turistico di alto livello che, con il coinvolgimento di autorità e operatori del settore contribuisca a rendere alla tenuta l'antico rango da sempre avuto nel territorio circostante.